Stephano

Path of No Way

Path of No Way descrive l’immediata, spontanea e continua ricerca in materia spirituale, senza credo, pratiche religiose o rituali. È chiamata “No Way” perché non prescrive una forma precisa.

Path of No Way è continuo apprendimento e confluenza. Immaginiamo il movimento su questo cammino come una barca che si muove sull’acqua. Noi non dobbiamo creare il flusso, diventiamo tutt’uno con il movimento se non pensiamo di essere la barca, ma una parte del fiume stesso.

Per Path of No Way la spiritualità è un processo che si sviluppa naturalmente. È un viaggio relativamente senza forma, di spontaneità e coscienza. L’esperienza viva di totalità, pace, gioia e libertà come dono cosmico ha la sua origine nell’unità che è la nostra natura fondamentale. Come esseri spirituali siamo invitati:

• a capire la vera natura dell’essere essenziale e dell’esperienza trascendentale

• a scoprire la verità singolare nel mondo fisico e attraverso il mondo fisico come una manifestazione esistenziale dell’universo riflettente

• a provare l’indivisibile libertà dell’unità spirituale (choiceless freedom) quando andiamo oltre ogni forma di sofferenza, di confusione e di qualsiasi tipo di complessità

Path of No Way aiuta anche nella transizione da temi psicologici a temi spirituali esaminando chi rimane attaccato all’identità dell’io invece di permetterne la sua cauta dissoluzione. Noi chiediamo: chi teme la gioia, la felicità e l’amore che sono la nostra natura fondamentale?